pina bausch

giugno 30, 2009 at 21:00 (teatro danza)

meravigliosa pina bausch!

Permalink 1 commento

Giotto e il Trecento. Il più sovrano maestro in dipintura

giugno 28, 2009 at 22:27 (pittura)

polittico_raleigh

Il titolo della mostra è chiaro: Giotto e il Trecento. Il più sovrano maestro in dipintura.

MPL-badia
Polittico di Badia, Madonna col Bambino, santi Nicola di Bari, Giovanni evangelista, Pietro e Benedetto.

Insieme alle opere di Giotto, al Vittoriano, sono esposti i lavori di Cimabue, Simone Martini, Pietro Lorenzetti, Arnolfo di Cambio, Giovanni Pisano e tanti artisti meno noti. Il Trecento raccontato dalla mostra è quello dei grandi artisti e quello delle botteghe: i maestri che insegnano ai discepoli e i discepoli che superano i maestri, un ambiente in cui le capacità e la genialità di ognuno sono esaltate dal lavoro collettivo.

Permalink Lascia un commento

animal farm

giugno 27, 2009 at 20:48 (libri)

9780141036137H

Esemplare la semplicità con cui orwell racconta, passo dopo passo, attraverso episodi banali, l’involuzione della democrazia e, soprattutto gli accorgimenti, le manipolazioni, i trucchi che il potere usa per mascherare l’inganno che sta perpretando alle spalle di quelli che hanno creduto alla ribellione, alla possibilità di cambiare e migliorare.

Gli animali individuano IL NEMICO comune: l’uomo.
Si alleano in nome del fatto che sono tutti uguali: All animals are comrades.
Anche i topi? La maggioranza decide che anche i topi sono comrades, con quattro voti contrari; i tre cani e il gatto.
Vengono fissati i sette comandamenti e sintetizzati a ribadire la presenza di un nemico e la sua irrimediabile inconciliabilità cpn gli animali: “Four legs is good. Two legs is bad”; il potere ha bisogno di un nemico e di confini netti, senza esitazioni o incertezze di alcun tipo. Però, se occorre, i confini si possono spostare, le convinzioni comuni si possono cambiare (anche le classificazioni condivide)e allora anche gli uccelli, che hanno two legs sono good perché, con le due ali, arrivano a quattro e le ali servono a volare, non a manipolare come le mani dell’uomo. Intanto i maiali cominciano a far pesare la superiorità della loro intelligenza rispetto agli altri animali e cominciano a prendersi alcuni privilegi in nome dell’intelligenza e del presunto uso che ne farebbero per l’interesse comune. E poi, il potere stabilisce che essere coraggiosi non basta, sono più importanti la lealtà e l’obbedienza al potere. E, davanti agli animali attoniti, il potere spiega che si può sostenere una posizione e poi si può appoggiare quella contraria, prima aspramente combattuta; si chiama tattica.

Permalink 1 commento

romani de roma

giugno 27, 2009 at 17:48 (Uncategorized)

ore 9, stazione porta san paolo, treno per ostia
una voce con accento, inequivocabilmente romano, annuncia: “si avvisa che il treno partirà con alcuni minuti di ritardo”. Passano pochi secondi e l’annuncio viene ripetuto. Passano altri secondi e la stessa voce, stesso accento, inequivocabilmente romano, urla: “il treno è in partenza, salite tutti!”

441722_Roma%20-%20Nord%20nliv

ore 14, chioschetto della spiaggia libera di capo cotta
due bagnini (sugli ombrelloni c’è scritto water assistant)
images11
pranzano: una fettina enorme con insalata e un piatto enorme di rigatoni cacio e pepe.
images

Difficile, vedendoli, non chiedersi che succederebbe se, di lì a poco, qualche bagnante avesse bisogno di un water assistant.

Permalink Lascia un commento

quelli che benpensano

giugno 26, 2009 at 23:27 (songs)

Permalink Lascia un commento

I love radio rock

giugno 26, 2009 at 22:50 (film)

2009, richard curtis

locandina49

Non lo sapevo! Non sapevo che nel 1966 c’era una radio che trasmetteva musica rock da una nave! La colonna sonora (54 canzoni) è travolgente, inseparabile da ogni scena come ne Il grande freddo.
Le battute sono irresistibili (il regista è quello di Quattro matrimoni e un funerale, Notting Hill, Love actually).

tutti i titoli della colonna sonora da imdb

Non è semplice essere forti. Ma è forte essere semplici.

da questo sito
il film è tratto da una storia realmente accaduta, è una sorta di caricatura dei veri protagonisti di Radio Caroline, una delle emittenti pirata che, insieme a Radio Veronica e Merkur, fu una pioniera negli anni ’60 e che subì (come accade nel film)un grave incidente nella Manica e si arenò. Rimase per qualche anno ferma poi dal ’74 al ’82 riprese le sue trasmissioni “illegali” fino a quando il governo britannico non decise di porre fine alla storica stazione applicando le severe leggi del Parlamento. A questo proposito un interessante libro sulle stazioni illegalmente libere è “Radio Pirata” del giovane Andrea Borgnino (edito da Persiani) che, da sempre appassionato di questo argomento, sviluppa un percorso dalla nascita delle radio pirata e da voce a chi pratica tutt’oggi questo pericoloso hobby. Pare che il fenomeno continui e che solamente a Londra e dintorni ci siano attualmente oltre 150 stazioni pirata. Come a dire che la musica, quella libera, non sottoposta alla dura legge di commercializzazione, non muore mai.

Permalink 4 commenti

darth vader vs. luke skywalker: final battle

giugno 26, 2009 at 07:48 (film)

il corriere della sera riporta la classifica dei più cattivi

e gli eroi:
Atticus Finch, protagonista de Il buio oltre la siepe, interpretato da Gregory Peck, è il più grande eroe del cinema americano secondo il sondaggio dell’American Institute.

movieplayer.it

Permalink Lascia un commento

morning has broken

giugno 25, 2009 at 17:17 (Uncategorized)

Permalink Lascia un commento

just like a woman

giugno 23, 2009 at 20:48 (Uncategorized)

Permalink Lascia un commento

when a man loves a woman

giugno 21, 2009 at 17:32 (songs)

un filmetto scemo scemo, ma il modo in cui andy garcia (Michael Green) riconquista l’amore della moglie (Alice Green) lo riscatta (oltre a percy sledge)!

e ai R.E.M

Michael Green: My wife is an alcoholic. Best person I ever met. She has 600 different smiles. They can light up your life. They can make you laugh out loud, just like that. They can even make you cry, just like that. That’s just with her smiles. You’d have to see her with her kids. You’d have to see how they look at her, when she’s not looking. To think of all the things she lives through, and I couldn’t help her.
da imdb

Permalink Lascia un commento

Next page »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: