portrait of jennie

dicembre 15, 2009 at 09:28 (film)

1948, william dieterle
joseph cotten, ethel barrymore, new york con i grattacieli in b/n degli anni Quaranta e un’atmosfera di mistero sono i protagonisti di questa favola nera, amata da bunuel.

Si respira la stessa atmosfera di mistero – chissà se hitchcock lo aveva presente – de “La donna che visse due volte“. Lì san francisco, le sue strade, le palazzine eleganti, il ponte; qui new york, i grattacieli, il central park e il ponte di brooklyn. E la musica inquietante di quando sta accadendo qualcosa che non possiamo spiegarci. Mereghetti parla di meravigliose “incongruenze logiche, atemporalità”.
Ogni inquadratura di joseph cotten è un’icona del CINEMA!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: