chopin – polacca eroica op. 53

febbraio 28, 2010 at 22:51 (musica)

Permalink Lascia un commento

an education

febbraio 28, 2010 at 02:01 (film)

2010, lone scherfig (sceneggiato da nick hornby)

è più probabile fare un buon matrimonio andando a studiare a oxford o frequentando regolarmente i night club? ma se una ragazza è intelligente, trovare un marito a oxford avrebbe il vantaggio di portare in dote anche la cultura…queste e altre le riflessioni e i dubbi di una famiglia di twickenham, sobborgo londinese, negli anni sessanta. L’idea – semplice e leggera – funzionerebbe se il regista (o nick hornby?) si fosse impegnato di più per rendere i personaggi un pò meno esili, meno grossolanamente abbozzati (i film tratti dai libri di hornby – leggeri – hanno personaggi davvero ben disegnati). Un’eccezione davvero riuscita c’è: helen, la ragazza senza cervello, bella, elegante, che non ha dubbi sul fatto che lo studio – a oxford – renda le ragazze brutte e brufolose chiede a jenny, la ragazza che pensa di andare a oxford a studiare lettere: “vuoi studiare lettere? sui libri?” oppure, uscendo da un concerto di musica classica: “quando vado a sentire la musica classica mi sembra di partecipare al mio funerale”.

Permalink Lascia un commento

considera l’aragosta

febbraio 26, 2010 at 23:13 (libri)

2005, david foster wallace

DFW è in grado di fare qualunque cosa, quando ci si mette. Con la stessa facilità sa essere triste, spassoso, squinternato, strappalacrime, assurdo. Nonché tutto questo insieme. I saggi di questo volume dimostrano come si possa essere seri senza essere sentenziosi, divertenti senza essere goliardici, eruditi senza essere pretenziosi: sono saggi che si dispiegano, e lo fanno in maniera accativante, dal particolare al filosofico, da piccoli studi analitici a più ampie ruminazioni intrise di zeitgeist (NYTimes Book Review)

Le righe del NYTimes Book Review – sul risvolto della copertina – descrivono perfettamente la genialità di questi saggi: l’11 settembre visto da bloomington, una cittadina a metà strada tra chicago e st. louis; il reportage dagli oscar del cinema porno o il resoconto della campagna elettorale di mccain.

Scritti da un genio anche i racconti in questa è l’acqua

Permalink 3 commenti

storia d’amore

febbraio 21, 2010 at 21:56 (songs)

Permalink Lascia un commento

talking about aretha franklin

febbraio 21, 2010 at 20:43 (musica)

Don’t play that song for me
‘Cause it brings back memories
Of days that I once knew
The days that I spent with you
Oh no, don’t let him play it
It fills my heart with pain
Please stop it right away
I remember just-a what he said

He said darling, “Darling, I love you”
And I know that he lied
“Darling, I love you”
You know that you lied
“Darling, I love you”
You know that you lied, you lied,
You lied, lied, lied, lied (to me)

Hey Mr., don’t play it no more
Don’t play it no more
I can’t stand it, don’t play it no more
don’t play it no more, no more, no more

I Remember on our first date
He kissed me and he walked away
I was only seventeen
I didn’t think he could be so mean

He told me darling
“Darling, I love you”
Baby, baby you lied
“Darling, I need you”
Oooooh you lied
“Darling, I love you”
You know that you lied, lied, lied (to me)

Ohh darling
“Darling, I love you”
You know that you lied
“Darling I need you”
You know I know you lied
“Darling, I love you:
Darling you lied, you lied, you lied
Oooh you lied to me
Don’t play it no more
I can’t stand it
Don’t play it no more

Permalink Lascia un commento

bridge over troubled water

febbraio 21, 2010 at 20:16 (musica)

When you’re weary
Feeling small
When tears are in your eyes
I will dry them all

I’m on your side
When times get rough
And friends just can’t be found
Like a bridge over troubled water
I will lay me down
Like a bridge over troubled water
I will lay me down

When you’re down and out
When you’re on the street
When evening falls so hard
I will comfort you

I’ll take your part
When darkness comes
And pain is all around
Like a bridge over troubled water
I will lay me down
Like a bridge over troubled water
I will lay me down

Sail on Silver Girl,
Sail on by
Your time has come to shine
All your dreams are on their way

See how they shine
If you need a friend
I’m sailing right behind
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind

Permalink Lascia un commento

rock around the clock

febbraio 21, 2010 at 20:11 (musica)

Permalink Lascia un commento

i pooh

febbraio 21, 2010 at 19:47 (songs)

Permalink Lascia un commento

caravaggio a roma

febbraio 20, 2010 at 23:24 (pittura)

il canestro di frutta dalla pinacoteca ambrosiana di milano

san giovanni battista dal nelson-atkins museum of art di kansas city

i musici dal metropolitan museum of art di new york

il suonatore di liuto dallo state hermitage museum di st petersburg

giuditta e oloferne da palazzo barberini

Permalink Lascia un commento

amapola

febbraio 20, 2010 at 22:27 (musica)

Permalink Lascia un commento

Next page »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: