new york dal traghetto di staten island

agosto 31, 2010 at 23:45 (film, luoghi)

mike nichols,  1988, working girl


melanie griffith lo prende ogni giorno per andare a lavorare a manhattan e lungo il percorso si trasforma in working girl sostituendo le scarpe da ginnastica con i tacchi a spillo e la felpa e i jeans con giacca e gonna.

Annunci

Permalink Lascia un commento

new york a grand central terminal

agosto 31, 2010 at 23:23 (film, luoghi)

cary grant fugge da madison avenue prendendo un treno a grand central terminal


Permalink Lascia un commento

some like it hot, little bonaparte

agosto 13, 2010 at 22:08 (film)

il the end più geniale della storia del cinema

le battute della scena della torta, quando little bonaparte uccide ghette

Little Bonaparte: [thick Italian accent] Thank you, fellow opera-lovers. It’s been ten years since I elected myself president of dis organization… an’ if I say so myself, you made duh right choice. Let’s look at duh record: In duh lass fissel year we made a hundred an’ twelve million dollars before taxes… only we ain’t paying no taxes!

Mulligan: What happened here?
Little Bonaparte: [referring to Spats and his thugs] There was something in that cake that didn’t agree with them.
Mulligan: My compliments to the chef. Nobody leaves this room until I get the recipe.

e poi marilyn

Permalink Lascia un commento

greetings

agosto 12, 2010 at 16:53 (film)

1968, brian de palma

robert de niro, con un’incredibile faccia da bravo ragazzo americano e una recitazione ancora non deniriana, ama fotografare le ragazze che si spogliano davanti alla finestra e quando si trova in vietnam, al giornalista che, con una giacca a quadrettini, nella foresta vietnamita, gli chiede che cosa sta facendo lì, lui, armato e in tuta mimetica gli risponde: “What I’m doing here? I don’t know”.

c’è l’america vista dallo sguardo trasgressivo, irriverente e anticonformista di de palma: l’assassinio di kennedy e di tutti quelli che cercano la verità, la propaganda di johnson sulla guerra in vietnam, il rifiuto dei ragazzi di partire per la guerra.

Permalink Lascia un commento

one two three

agosto 10, 2010 at 22:22 (film)

1961, billy wilder

Nella berlino divisa dal muro un travolgente james cagney – direttore della filiale della Coca Cola – si prende gioco, con una raffica di battute, dei comunisti, dei capitalisti e degli ex nazisti. Il film iniziò prima della costruzione del muro e fu completato dopo la sua costruzione, rendendo l’ironia di wilder – secondo molti critici – fuori luogo. Il film è tratto da una commedia di Ferenc Molnar (I ragazzi della via Pál).

dalle pagine di imdb, una lista di film che lo citano e da cui è citato

Permalink Lascia un commento

siamo vincoli o sparpagliati?

agosto 8, 2010 at 23:43 (attori/attrici)

Permalink Lascia un commento

tate modern a londra

agosto 8, 2010 at 22:22 (luoghi)

La tate modern è una galleria d’arte moderna e si trova nella zona di bankside, londra, negli spazi di una ex centrale elettrica.

L’edificio che avrebbe ospitato la centrale termoelettrica di bankside (bankside power station) fu progettato da giles gilbert scott tra il 1947 e il 1963. La ciminiera è alta 99 m e larga 200. La centrale fu chiusa nel 1981 – si ipotizzò anche la demolizione – e nel 1995 gli architetti herzog &amp de meuron riconvertirono l’edificio a spazio museale e dal 2000 è aperta al pubblico che, dalla terrazza dell’ultimo piano, può vedere tutta londra!

Permalink Lascia un commento

riapre il cinema “paradiso” a jenin

agosto 8, 2010 at 21:56 (film, luoghi)

Il cinema è stato chiuso nel 1987 e ora, dopo due anni di lavori, riapre, con il contributo del governo di Berlino, di privati, di volontari e di roger waters – pink floyd – che ha regalato un impianto di amplificazione seguendo un’idea del regista tedesco Markus Vetter.

su questo sito tutte le foto

leggiamo su peacereporter

Permalink Lascia un commento

the onion movie

agosto 8, 2010 at 17:40 (film)

che cosa sappiamo di questo film? e, soprattutto, della rivista americana, onion, che l’ha realizzato?

Permalink 2 commenti

barney’s version, il film

agosto 5, 2010 at 01:02 (film, libri)

la versione di barney è anche un film coming soon, ma la faccia di paul giamatti…

Permalink Lascia un commento

Next page »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: