scibona, la fine

luglio 18, 2011 at 12:37 (libri)

il libro non delude le aspettative suscitate dalla lettura delle prime cento pagine.
Non delude il suo modo di raccontare “Sai che ti dico, ne capisco abbastanza da riuscire a perdere il filo”.
Non delude la storia dello sradicamento di più generazioni dalla loro terra di origine, dello strappo da affetti lasciati e, spesso, mai più ritrovati.
Scibona, origini siciliane, vita e studi a cleveland, lascia che le parole e i pensieri del suo dialetto perduto scivolino e si confondano con la lingua inglese, come per dimostrare l’impossibilità di cancellare le sue radici.
Una storia grande e drammatica, piena del dolore sordo e silenzioso dei suoi protagonisti, accompagnata dai pensieri e dalle riflessioni incessanti dell’autore, riflessioni profonde e originali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: