e se ci diranno

giugno 13, 2013 at 16:28 (songs)

E se ci diranno
che per rifare il mondo
c’è un mucchio di gente
da mandare a fondo
noi che abbiamo troppe volte visto ammazzare
per poi sentire dire che era un errore
noi risponderemo noi risponderemo
no no no no

E se ci diranno
che nel mondo la gente
o la pensa in un modo
o non vale niente
noi che non abbiam finito ancora di contare
quelli che il fanatismo ha fatto eliminare
noi risponderemo
no no no no

E se ci diranno
che è un gran traditore
chi difende la gente
di un altro colore
noi che abbiamo visto gente con la pelle chiara
fare cose di cui ci dovremmo vergognare
noi risponderemo noi risponderemo
no no no no

E se ci diranno che è un destino della terra
selezionare i migliori attraverso la guerra
noi che ormai sappiamo bene che i più forti
sono sempre stati i primi a finir morti
noi risponderemo, noi risponderemo
no no no no


Permalink Lascia un commento

googlecrazia, il mondo in una query

giugno 13, 2013 at 14:57 (libri)

paolo bottazzini, 2010

21FPPZor2jL._

lettura in corso

Permalink Lascia un commento

DNA. Il segreto della vita

giugno 13, 2013 at 14:54 (libri)

2006, james. d. watson, andrew berry

9788845920516

La  doppia elica del DNA:  archiviazione e  replicazione dell’informazione ereditaria.

lettura in corso

Permalink Lascia un commento

thinking, fast and slow

giugno 13, 2013 at 14:49 (libri)

daniel kahneman, 2011

41RtytNpsfL._BO2,204,203,200_PIsitb-sticker-arrow-click,TopRight,35,-76_AA300_SH20_OU01_

 

lettura in corso

un paradigma illuminante, il dualismo dei due sistemi che governao i nostri comportamenti: System 1 and System 2

 

Permalink 1 commento

questione di cellule

giugno 5, 2013 at 21:51 (songs)

 

Probabilmente mio papà
insieme a mia mamma chi lo sa
desideravano non  me
ma un altro bambino
Un arrivato un costruttore
un presidente da  onorare
un uomo comunque
da invidiare
un altro bambino
Eh no e  no
non è questione di cellule
ma della scelta che si fa
la mia è di  non vivere a metà
io comunque
io comunque vada
sia molto in alto
che nella strada
ah ah ah ah ah ah
Sicuramente anche lei
anche  se non l’ha detto mai
desiderava meno guai
un altro uomo
Un uomo  tranquillo
su cui contare
che si lasciasse
un po’ guidare
un po’  più facile da capire
un altro uomo.
Eh no e no
non è questione di  cellule
ma della scelta che si fa
la mia è di non vivere a metà
io  comunque io
comunque vada
sia molto in alto
che nella strada
Na  na na na na na na na
E certamente c’è qualcuno
o forse molti o nessuno
che fa programmi su di me
per il futuro.
Un altro discorso  inaugurale
o un importante funerale
che possa razionalizzare
il mio  futuro.
Eh no e no,
non  è questione di cellule
ma della scelta che  si fa
la mia è di non vivere a metà
io comunque io
comunque vada
sia molto in alto
che che nella strada
ah ah ah

Permalink Lascia un commento

un anno di più

giugno 5, 2013 at 21:42 (songs)

Ma che cosa è cambiato dopo che ti ho incontrato? Direi non molto!
Ma che cosa è restato dopo che ti ho amato? Direi non molto.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu. Ho un anno di più…
Io giocavo a pallone, sono il solito scarpone, ancora gioco.
E per fare impressione, sai che imitavo il pavone, ancora gioco.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu. Ho un anno di più…
Il mio vecchio editore, l’ho sempre fatto arrabbiare, lavoravo poco.
Ora è quasi contento, dice che scrivo con più sentimento, lavoro poco.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu.
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu. Ho un anno di più…
Ma che cosa è cambiato dopo che ti ho incontrato? Direi non molto!
Ma che cosa è restato dopo che ti ho amato? Direi non molto.
Un anno di più, un anno di più… un anno di più…
Ho un anno di più e qualcosa in meno, tu. …

Permalink 2 commenti

consigli di un discepolo di jim morrison a un fanatico di joyce

giugno 5, 2013 at 18:46 (libri)

1984, roberto bolaño,   a. g. porta

Credo di essere un uomo felice.  Voglio dire: a volte credo di avere trovato la felicità.  Non dura più di cinque minuti ma non tarda più di quarantotto ore a ricomparire. pag. 178

Siamo quello che maschera la pazienza, ho pensato. pag. 176

Un  intreccio d’azione violenta, una storia che potrebbe essere portata sullo schermo da quentin tarantino, raccontata mescolando, in modo assolutamente irriverente,  i generi letterari.

A tarantino piacerebbero molto anche le colte discussioni e le banalizzazioni delle situazioni più cruente e drammatiche.

 Angel Ros ama barcellona, ana, una giovane sudamericana, joyce e i doors e la sua vita scorre tra letture colte, riflessioni e rapine, la versione spagnoal di bonnie e clyde, anni settanta.

consigli_big

il libro si apre con i primi versi di the end

Permalink Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: